La ricerca per lo sviluppo economico del Paese

Condividi:
Copied!

La ricerca come motore per le politiche decisionali del Paese”, questo il tema della tavola rotonda che Dell Technologies – in collaborazione con Forum PA – ha organizzato lo scorso 4 giugno, e che ha visto la partecipazione di numerosi ricercatori italiani, tra i più attivi in progetti di innovazione tecnologica.

L’obiettivo era stimolare un confronto su come l’innovazione possa portare a una società meno asimmetrica, più equa e sostenibile, in linea con i valori di Dell Technologies. Oggi più che mai, infatti, la scuola, l’università e la ricerca ricoprono un ruolo determinante per garantire, attraverso l’innovazione, lo sviluppo sociale ed economico del paese. Tuttavia, l’attenzione che l’Italia ha nei confronti del mondo della ricerca non è sempre paraganonabile a quella di altri Paesi industrializzati nonostante non si perda occasione per sottolinearne l’importanza per lo sviluppo economico e sociale del Paese. La domanda da porsi è: se siamo tutti consapevoli che viviamo nella “società della conoscenza” e che solo i Paesi che sapranno svilupparla potranno avere un peso nel mondo “globalizzato”, perchè gli investimenti in questo settore in Italia non fanno che diminuire?

VERSO UNA NUOVA CONSAPEVOLEZZA

Per Dell Technologies, l’ambito dell ricerca rappresenta un punto di attenzione non solo come comparto, ma anche come divulgatore di buone prassi e collaborazione verso altri settori verticali, come la sanità o ambiti come le smart cities e mercati come le PMI.

Facendo tesoro di queste considerazioni, nel corso dell’evento ci siamo interrogati su quale fosse il primo passo da compiere per far decollare un modello sociale basato sulla conoscenza. La risposta è stata la costruzione di un’“ecosistema” in grado di promuovere iniziative che vedano la ricerca e l’innovazione al centro della programmazione economica del paese.

Negli ultimi due anni, come Dell Technologies abbiamo osservato una crescita costante degli investimenti nella Pubblica Amministrazione Locale, soprattutto verso soluzioni verticali personalizzate e grazie a strategie di innovazione basate sul digitale.

Quello che ancora manca, però, a nostro avviso, è una consapevolezza, anche a livello politico, che “fare sistema” conviene, perchè fa diventare più rilevanti: essere uniti e collaborativi può renderci protagonisti nel disegnare quelle politiche in grado di rilanciare la competitività del nostro paese nella fase di business continuity.

IMPARARE A “FARE SISTEMA”

Il caso presentato da Stefano Casaleggi, Direttore Generale di Area Science Park è stato sicuramente emblematico, poiché ha rappresentato una realtà che opera con un approccio e in un territorio abituato a fare sistema, con cui abbiamo collaborato e imparato molto negli ultimi mesi.

Nel corso della tavola rotonda sono emersi, infine, numerosi contributi da parte degli esponenti delle Università Italiane e della Ricerca, tutti concordi nel sottolineare come ogni organizzazione sia riuscita a reagire al meglio e con tempestività, al pari degli esempi più virtuosi del contesto internazionale.

Da anni raccontiamo che la trasformazione digitale sia ineludibile per continuare a competere nell’economia globale: per questo motivo è determinante acquisire la stessa consapevolezza dapprima citata, e constatare come l’economia mondiale viva in un costante ambiamento, al quale si può rispondere solo con agilità e resilienza.

Crediamo fortemente che la chiave di volta consista nel sapere reindirizzare le nostre competenze, i fondi e gli strumenti di acquisto con tempismo, facendo sistema e facendo leva su elementi comuni che hanno messo tutti d’accordo, il digitale. E proviamo a suggerire che queste decisioni, questa comunità di innovatori e queste politiche diventino strutturali, anche quando la situazione attuale sarà finita.

Con questo auspicio abbiamo chiuso i lavori e con l’impegno che Dell Technologies si farà parte sempre parte attiva in questo progetto.

 

Dell Technologies offre soluzioni tecnologiche per la didattica, essenziali per pianificare, gestire e proteggere un apprendimento remoto di successo.

Visita il nostro sito dedicato per saperne di più 

 

Continue Reading

Post correlati

Clicca per caricare altro